DICHIARAZIONE RIFIUTI MUD 2019

Anche per quest'anno è prevista la presentazione del modello di DENUNCIA RIFIUTI MUD annuale per i soggetti obbligati, scadenza tradizionalmente fissata al 30 aprile.

 

Sono tenuti al MUD:

  • le imprese e gli enti che producono rifiuti pericolosi (salvo alcune limitate eccezioni);
  • le imprese e gli enti che producono rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, artigianali, da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi da potabilizzazione, da depurazione delle acque e da abbattimento fumi che occupano più di 10 dipendenti (*);
  • coloro che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • i commercianti e gli intermediari di rifiuti;
  • coloro che svolgono operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti.

(*) il numero di dipendenti si calcola con riferimento al numero di dipendenti occupati a tempo pieno durante l’anno cui si riferisce la dichiarazione, aumentato delle frazioni di unità lavorative dovute ai lavoratori a tempo parziale ed a quelli stagionali che rappresentano frazioni, in dodicesimi, di unità lavorative annue. Vanno esclusi dal computo eventuali collaboratori non dipendenti e familiari, i lavoratori interinali, i tirocini formativi e gli stage. Per quanto concerne il titolare ed i soci debbono essere conteggiati solo se inquadrati anch’essi come dipendenti dell’azienda. Sono compresi i lavoratori a termine inseriti nell’ordinario ciclo produttivo e quindi rientranti nell’organigramma aziendale: per essi vanno computate le frazioni di unità lavorative, in dodicesimi, di unità lavorative annue. I lavoratori part time devono essere computati in proporzione all’orario svolto dal lavoratore.

Rispetto allo scorso anno pertanto non vi sono modifiche per quanto riguarda i dati da trasmettere, con l’unica eccezione di alcune limitate modifiche alle informazioni da inviare che riguardano le dichiarazioni presentate dai soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei rifiuti e i Comuni. Non vi sono modifiche per quanto riguarda i produttori; invariata anche la modalità di comunicazione; in particolare la presentazione alla Camera di Commercio può avvenire esclusivamente in via telematica attraverso il sito www.mudtelematico.it: non è più possibile la spedizione postale o la consegna diretta del supporto magnetico, e solo in determinati casi è possibile la presentazione della Comunicazione Rifiuti semplificata, che però non può più, neanche essa, avvenire in forma cartacea ma mediante una precisa procedura che prevede anche l’utilizzo della PEC.

I dati per la dichiarazione MUD vanno desunti dall’apposito registro di carico e scarico dei rifiuti e dai formulari di identificazione ad esso collegati.

CONVENZIONI 2019

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.