CORONAVIRUS ORDINANZE REGIONALI: LE NOVITA'

CORONAVIRUS: LE NOVITA' DELLE ULTIME ORDINANZE REGIONALI PER MERCATI ALIMENTARI, FIORI, VENDITE PER ASPORTO E TOELETTATURA ANIMALI 

Con due distinti Decreti del Presidente della Regione Emilia-Romagna sono state allentate alcune delle restrizioni in vigore. Di seguito se ne riporta la sintesi per le parti di maggior interesse riguardanti le attività

di impresa.

Decreto del 22 aprile a far data dal 23 aprile 2020 e sino al 3 maggio 2020:
Mercati alimentari
è stata ripristinata la possibilità di svolgimento dei mercati e dei posteggi a merceologia esclusiva per la vendita di prodotti alimentari, a condizione che la gestione del mercato sia disciplinata dal Comune all'interno di strutture coperte o in spazi pubblici stabilmente recintati o comunque perimetrati con strutture idonee a non consentire l'accesso all'area se non dagli ingressi autorizzati anche attraverso misure che garantiscano il contingentamento degli ingressi e la vigilanza degli accessi, in modo da assicurare il rispetto dei punti 1, 4, 6, 7 lett. c) e 8 dell'allegato 5 del DPCM 10 aprile 2020.
Commercio al dettaglio di fiori e piante
è consentita la vendita in esercizi commerciali al dettaglio di prodotti florovivaistici, quali a titolo di esempio semi, piante, fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti.

 
Decreto del 24 aprile a far data da lunedì 27 aprile 2020:
Vendita per asporto
è consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività di cui alla lett. d) del punto 1 dell'Ordinanza n. 61 dell'11 aprile 2020 (a titolo esemplificativo: rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio), con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è vietato-interdetto l'accesso.
La vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce e nel rispetto delle misure di cui all'Allegato 5 del D.P.C.M. 10 aprile 2010.
Allo stesso modo è consentito l'asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l'ordinazione e la consegna al cliente direttamente dal veicolo.
Resta sospesa invece ogni forma di consumo sul posto di alimenti e bevande.


Toelettatura animali da compagnia
è consentita l'attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza nella modalità “consegna animale-toelettatura-ritiro animale”, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale.

 

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.